Chiesa di San Matteo - Lecce

La sperimentazione ha come scopo l’analisi del degrado da umidità di risalita capillare e la verifica prestazionale della tecnologia a neutralizzazione di carica (C.N.T.) applicata su murature storiche in pietra leccese, attraverso il monitoraggio a lungo termine del contenuto umido del solido murario.

Esterno dell'edificio

Interno della chiesa

Stato di degrado dei pilastri

Stato di degrado delle pareti

  • Materiale costruttivo delle murature: Muratura piena in calcarenite marnosa (Pietra Leccese)
  • Cause del degrado: fenomeno di umidità di risalita capillare nelle murature. La chiesa inizialmente era caratterizzata da un rivestimento superficiale sulle pareti a base di catrame che aveva pericolosamente innalzato il punto massimo di rilievo dell’umidità di risalita. Con un successivo restauro questo rivestimento è stato rimosso.
  • Metodi di diagnosi: Termografia a infrarossi.
  • Interventi eseguiti in precedenza: Nessuno
  • Responsabile scientifico della sperimentazione: Prof. Giorgio Zavarise, Ing. Paolo Maria Congedo
  • Obiettivi della sperimentazione: L’obiettivo della sperimentazione è valutare in un periodo di tempo sufficientemente lungo gli effetti dell’applicazione di dispositivi a neutralizzazione di carica per il contenimento del fenomeno dell’umidità di risalita capillare nelle murature.
  • Tipologia di prova adottate: Indagini termografiche
  • Piano della sperimentazione: Ispezioni su punti campione di riferimento, con ripetizioni periodiche ad intervalli di almeno 6 mesi.
  • Tipo e data installazione Impianto CNT: N. 3 apparecchi R15 + N. 1 R12 installati il 24/11/2011
  • Data di inizio delle misurazioni: 24/11/2011
  • Data prevista di termine delle misurazioni: 01/12/2016