CNT-APPS Research Project

Presupposti

L’umidità da risalita capillare è una patologia che affligge particolarmente gli edifici in muratura del patrimonio edilizio storico incidendo particolarmente sulla conservazione dei Beni Culturali.

Tra le tipologie di umidità continua ad essere la più insidiosa per effetto dell’impossibilità di eliminare la causa, che dipende dal naturale contenuto idrico del sottosuolo e dall’attitudine dei materiali porosi ad assorbire acqua nel sistema capillare ed a trasportarla verso l’alto in opposizione al sistema gravitazionale.

Ricerca - Sperimentazioni

Rettorato dell'Università degli Studi di Ferrara, Sala degli Ermellini di Palazzo Renata di Francia - Ferrara

La Sala degli Ermellini è l'ambiente preposto a custodire l'abbigliamento accademico (toghe, stole e cappe di ermellino e tocchi) da impiegare nel corso di cerimonie ufficiali, quali l'inaugurazione dell'anno accademico o i cortei accademici dell'Università degli Studi di Ferrara. La collocazione degli ambienti ad una quota sottoposta al livello della strada circostante, l'assenza di aperture verso l'esterno in grado di favorire il ricircolo dell'aria, unitamente all'azione deteriogena dell'umidità da risalita capillare, hanno determinato le condizioni critiche per la conservazione delle preziose stole. Pertanto, la sperimentazione è rivolta alla verifica del processo di neutralizzazione dell'umidità da risalita capillare con la tecnologia a neutralizzazione di carica (C.N.T) di Domodry, procedendo alla valutazione della variazione del contenuto umido nel solido murario mediante il prelievo di saggi campione da sottoporre ad analisi gravimetrica.

Visualizza sperimentazione
Museo di Arte Antica di Ferrara, Loggia degli Aranci della Palazzina Marfisa d'Este - Ferrara

La Loggia degli Aranci presso il complesso museale della palazzina Marfisa d'Este si distingue per la costante presenza di turisti e di eventi culturali che mal si conciliano con lo stato di degrado che interessa i paramenti murari in laterizio su giunti di allettamento apprestati con una malta dal ridotto impiego di legante aereo. Le manifestazioni di degrado sono strettamente legate all'azione deteriogena dell'umidità da risalita capillare che, per la presenza di un intonaco di rivestimento a legante cementizio, ha causato l'innalzamento del fronte di risalita (in alcuni punti superiore ai 170cm). Pertanto, la sperimentazione è rivolta alla verifica del processo di neutralizzazione dell'umidità da risalita capillare con la tecnologia a neutralizzazione di carica (C.N.T) di Domodry, procedendo alla valutazione della variazione del contenuto umido nel solido murario mediante il prelievo di saggi campione da sottoporre ad analisi gravimetrica.

Visualizza sperimentazione
Cripta della Basilica di San Giovanni Maggiore – Napoli

La sperimentazione ha come scopo principale la verifica prestazionale della tecnologia C.N.T. applicata su murature in tufo giallo napoletano di grande spessore, attraverso la misurazione della variazione nel tempo del contenuto umido del solido murario, sia negli strati superficiali che in profondità. Secondariamente, si intendono approfondire ed indagare gli effetti indotti dal sistema C.N.T. sulla dinamica di assorbimento e di evaporazione dell’acqua dalla muratura.

Visualizza sperimentazione
Chiesa di San Matteo - Lecce

La sperimentazione ha come scopo l’analisi del degrado da umidità di risalita capillare e la verifica prestazionale della tecnologia a neutralizzazione di carica (C.N.T.) applicata su murature storiche in pietra leccese, attraverso il monitoraggio a lungo termine del contenuto umido del solido murario.

Visualizza sperimentazione
Museo Ferroviario di Pietrarsa – Napoli

La sperimentazione ha come scopo principale la verifica prestazionale della tecnologia C.N.T. applicata su murature in tufo giallo napoletano di grande spessore, attraverso la misurazione della variazione nel tempo del contenuto umido del solido murario, sia negli strati superficiali che in profondità. Secondariamente, si intendono approfondire ed indagare gli effetti indotti dal sistema C.N.T. sulla dinamica di assorbimento e di evaporazione dell’acqua dalla muratura.

Visualizza sperimentazione
Visualizza tutte le sperimentazioni

 

Aderisci al nostro progetto.

Possono aderire al progetto tutti gli istituti (Atenei e/o Enti di Istruzione Superiore) italiani o esteri, pubblici e privati, attraverso i Dipartimenti e/o Centri di Studi e di Ricerca attinenti le discipline connesse all’ambiente costruito.
Per presentare candidatura e proporre una propria sperimentazione, scaricare il Progetto di Ricerca e compilare l'apposito form.

Pubblicazioni Scientifiche

In evidenza alcuni articoli sul sistema CNT già pubblicati:

Capillary rising damp in historical buildings: electrophysical charge neutralization technology - a needful “zero impact” instrument to prevent and resolve the problem once and for all

Autore: Dott. ing. Michele Rossetto, Direttore Tecnico Gruppo Leonardo Solutions – Domodry, pubblicato in Atti del Congresso scientifico "BUILT HERITAGE 2013: Monitoring Conservation Management", Politecnico di Milano 18-20 novembre 2013.

I problemi di umidità di risalita a Venezia: sperimentazione del sistema CNT nell’ambito del restauro della chiesa di S. Antonin

Autori: Arch. Tiziana Favaro e Arch. Francesco Trovò – Soprintendenza di Venezia e Laguna, pubblicato in Rivista Siti Unesco.

Deleting of rising damp in the archaeological site of Piazza Armerina through the application of the technology by neutralising electrical charge T.N.C.

Autori: Roberto CASTELLUCCIO, Veronica VITIELLO - University of Naples Federico II, Italy – pubblicato in Atti del XIV International Forum of Studies ‘Le Vie dei Mercanti’ WORLD HERITAGE AND DEGRADATION, Naples and Capri, 16/18 June 2016

Archivio pubblicazioni

Raccolta di articoli e pubblicazioni scientifiche sul sistema CNT antecedenti al Progetto di ricerca CNT-APPS. Gli articoli inerenti le sperimentazioni svolte nell'ambito del Progetto, saranno disponibili nella sezione Ricerca – Pubblicazioni CNT-Apps una volta pubblicati dai rispettivi autori

Capillary rising damp in historical buildings: electrophysical charge neutralization technology - a needful “zero impact” instrument to prevent and resolve the problem once and for all

Autore: Dott. ing. Michele Rossetto, Direttore Tecnico Gruppo Leonardo Solutions – Domodry, pubblicato in Atti del Congresso scientifico "BUILT HERITAGE 2013: Monitoring Conservation Management", Politecnico di Milano 18-20 novembre 2013.

Visualizza pubblicazione
I problemi di umidità di risalita a Venezia: sperimentazione del sistema CNT nell’ambito del restauro della chiesa di S. Antonin

Autori: Arch. Tiziana Favaro e Arch. Francesco Trovò – Soprintendenza di Venezia e Laguna, pubblicato in Rivista Siti Unesco.

Visualizza pubblicazione
Deleting of rising damp in the archaeological site of Piazza Armerina through the application of the technology by neutralising electrical charge T.N.C.

Autori: Roberto CASTELLUCCIO, Veronica VITIELLO - University of Naples Federico II, Italy – pubblicato in Atti del XIV International Forum of Studies ‘Le Vie dei Mercanti’ WORLD HERITAGE AND DEGRADATION, Naples and Capri, 16/18 June 2016

Visualizza pubblicazione
Relazione sul sistema TNC Domodry® con illustrazione di tre importanti casi applicativi documentati da Enti terzi (Politecnico di Milano, Soprintendenza di Venezia e Università di Lecce)

AA. VV., pubblicato in Atti del Congresso scientifico "SCIENZA BENI CULTURALI 2014", Bressanone 1-4 luglio 2014.

Visualizza pubblicazione
Efficacia del sistema a tecnologia elettrofisica “a neutralizzazione di carica” contro l’acqua da risalita capillare nelle murature della Basilica di San Simpliciano in Milano

Autore: Dott. Ing. Massimo Valentini, laboratorio di Fisica Tecnica Ambientale per i Beni Culturali (Fi.T.Be.C.) Dipartimento di Energia – Politecnico di Milano, pubblicato in Atti del Convegno Unesco 2012 di Ragusa.

Visualizza pubblicazione
Tutela del Patrimonio Storico: priorità degli interventi di deumidificazione. L'esempio del restauro della chiesa di San Matteo in Lecce

Autore: Biancaneve Codacci Pisanelli, Architetto-PHD in Storia delle Tecniche costruttive, Direzione Generale Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Presidente Accademia di Belle Arti di Lecce, pubblicato in Atti del Convegno Unesco 2012 di Ragusa.

Visualizza pubblicazione
Archivio Pubblicazioni